Crea sito

LE STAGIONI DEL PESCE

pesce fresco

Le stagioni del pesce: questo è un argomento che mi tocca profondamente, da siciliano e cuoco, è molto importante la stagionalità del pesce perché favorisce la pesca sostenibile.

Mi spiego meglio: Negli ultimi 60 anni la pesca a livello mondiale si è intensificata a tal punto che circa un terzo degli stock ittici risulta eccessivamente sfruttato, significa quindi che vengono catturate specie in numero superiore rispetto alla loro naturale capacità di riprodursi.

Le stagioni del pesce oggi sono messe a dura prova, la pesca fortemente industrializzata, ricorre a metodi quali le reti a strascico che consentono di catturare enormi quantità di pesci e possono avere effetti devastanti sulle acque profonde e sui fondali marini.

Oggi il numero di pescherecci presenti nel mondo è 2,5 volte tanto quello previsto ai fini della pesca sostenibile.

La lobby della pesca, particolarmente influente, punta a quote di pescato nettamente al di sopra del limite della sostenibilità ecologica, il tutto per interessi economici realizzabili nel breve termine. 

Inoltre sono sempre più diffusi gli impianti di acquacoltura: dal 2014 oltre la metà del pesce consumato a livello mondiale proviene da questo tipo di allevamenti.

Tuttavia, i pesci predatori allevati in questo modo, come i salmoni o i tonni, si devono nutrire di pesce selvatico.

Aumenta quindi la pressione sui naturali stock ittici: per produrre un kg di tonno da acquacoltura servono all’incirca 15 chilogrammi di mangime a base di pesce. 

In poche parole li sottraiamo dal loro habitat naturale, facendoli vivere in delle vasche che tal volta sono poco igienizzate.

Bisogna avere rispetto di quello che madre natura ci offre, vi consiglio di mangiarlo una volta meno alla settimana se non riuscite a recapitare pesce fresco con tanto di certificato di sostenibilità, perciò ricordate di consultare sempre le stagioni del pesce.